Psicoterapia familiare: quando la famiglia è in crisi

Quando una persona sta male, ha un disagio, un disturbo, è obsoleto pensare che solo il portatore del disagio sia malato. Si parla più opportunamente della famiglia disfunzionale.

Il disturbo o disfunzione si rivolge ad un capro espiatorio tra i componenti del nucleo famigliare, il quale diviene portatore, per tutta la famiglia, del sintomo.
Ad esempio si parlerà non di una persona anoressica ma di una “famiglia anoressica”.

Da qui si evince come sia necessario lavorare con un approccio sistemico-relazionale in alcuni casi con tutta la famiglia per aiutare a ridimensionare la “famiglia malata”.

Spesso chi costruisce una famiglia emula la propria (di origine) cercando il meglio di quella da cui proviene e cercando di migliorarsi.

Ma spesso accade anche che scopra la difficoltà di stare insieme ad un partner e, a maggio ragione, se c’è uno o più figli.
Essere genitori è il mestiere più difficile del mondo.

Cosa fare quando avvertiamo che le persone a cui siamo più legati ci stanno deludendo? Quando ci stanno imbrogliando senza rendersene conto? O quando noi imbrogliamo il resto dei componenti della famiglia?

Può giovare rivolgersi ad un esperto psicoterapeuta della famiglia come il sottoscritto ha imparato a Ginevra con Willy Pasini e poi a Roma con il percorso psicoanalitico per gli adolescenti e le famiglie e molto a Perugia con Carlo Brutti (grande esperto anche di psicosomatica).