Malattie psicosomatiche: per curare il corpo devi ascoltare la mente

curare-disturbi-psicosomatici-livorno-mario-mengheri

In qualità di psicologo specialista in psicosomatica a Livorno, mi occupo della relazione tra mente e corpo. La cefalea, l’asma, le allergie, l’alopecia, il mal di stomaco fino all’anoressia, alle cardiopatie e tumori vengono studiati come squilibri tra mente e corpo e curati di conseguenza.

La psicosomatica è una branca della medicina che si occupa proprio di questa interazione: tratta i disturbi organici di origine psicologica, cioè quelle afflizioni fisiche che non hanno origine direttamente dal corpo.

La mente (psiche) e il corpo (soma) convivono in una relazione strettissima, così esistono delle malattie che non sono dovute a cause fisiologiche come virus e batteri ma che sono “agite” dalla mente attraverso il corpo, che esprime il disagio psichico (affettivo o emotivo) che la mente sta vivendo senza averne coscienza.
Ad esempio si può soffrire di asma o di allergie perchè non tolleriamo più l’ambiente o le persone che ci circondano oppure perchè siamo in disaccordo con noi stessi.

Le persone con disturbi psicosomatici solitamente vivono con maggiore difficoltà l’espressione delle proprie emozioni, che cercano di contenere, di “tenere dentro”; così l’ansia, la sofferenza e le emozioni distruttive (rabbia, cattiveria, invidia…) trovano una via di scarico immediata nel corpo, dando origine al disturbo, al fenomeno psicosomatico, alla malattia psicosomatica.
Se non viene data voce ai dolori della nostra psiche, così da poterli vivere ed elaborare, questi troveranno comunque un modo per emergere, ad esempio, agendo sul corpo.

I sintomi più diffusi delle malattie psicosomatiche si manifestano:

  • nel sistema gastrointestinale (gastrite cronica, iperacidità gastrica, colon irritabile o spastico, stipsi, nausea, vomito e diarrea)
  • nel sistema immunitario;
  • nel sistema respiratorio (asma bronchiale, dispnea, singhiozzo, o sindrome iperventilatoria)
  • nel sistema cardiovascolare (aritmie cardiache, crisi tachicardiche o ipertensione arteriosa)
  • nel sistema cutaneo (psoriasi, eritema pudico – rossore alle guance da emozione -, acne, dermatite, dermatite atopica, prurito, alopecia areata, sudorazione eccessiva)
  • nel sistema muscoloscheletrico (cefalea, crampi muscolari, torcicollo, mialgia o tic nervosi)
  • sistema genitourinario (forti dolori mestruali, enuresi, enuresi notturna bambini, impotenza o vaginismo)

A proposito del sistema immunitario, un esempio può essere un abbassamento delle difese dovuto a spavento, stress, delusione, perdita di un partner, perdita del lavoro, per il cambiamento di residenza e casa, per un trasloco.
Da qui possono nascere anche l’asma o allergie varie.

Ricordiamo che il PNEI cioè il sistema Psico-Neuro-Endocrino-Immunologico, è un unico nostro sistema correlato.
Se, ad esempio, vado in depressione, anche tutti gli altri sistemi sballano: le difese immunitarie si abbassano ed ecco che posso avere sempre il raffreddore o un’influenza facile o altro di più importante.

Come curare i disturbi psicosomatici

Riportare un equilibrio, un dialogo tra mente e corpo, tra una parte e un’altra del corpo è un’impresa possibile e potrà riportare all’agognato equilibrio che ha permesso il nascere del sintomo che diviene così l’allarme privilegiato da comprendere più che da combattere.
In questo senso mi occupo e curo i disturbi psicosomatici (annovero tra questi disturbi anche l’anoressia/bulimia).

Ascoltando il nostro corpo (e la nostra mente) abbiamo già confezionate tutte le risposte per il nostro benessere e la nostra salute: basta saperle vedere. La mente ha tanti linguaggi che spesso trascendono dai sogni e si incarnano nel corpo tramite sensazioni, emozioni, sintomi.

Pubblicato in data: | Categoria homepage, Psicologia.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>