Come scoprire i nostri tesori

Primo libro in italiano sul “gioco della sabbia” con prefazione di Martin Kalff (figlio di Dora Kalff)

Come procedo e cosa distingue e qualifica lo svolgersi del mio lavoro quotidiano di psicoanalista con coloro che seguo?

Ogni persona è speciale, unica e irripetibile. Questo è per me un sentire intenso e personale maturato sull’esperienza di un sentimento profondo di amore per la differenza. La terapia è diversa per ogni caso.
Come ricorda Emanuele Casale (cfr. Jungitalia) e come scrisse Carl Gustav Jung, in seduta “[…] ciò che capiamo non ci ha portati a nulla. Dobbiamo addentrarci in territori inesplorati, dobbiamo tornare alle sorgenti di tutto quello in cui crediamo. Non mi basta aprire una porta e mostrare al paziente la sua malattia accovacciata come un rospo! Io voglio trovare un modo per aiutare il paziente a reinventare se stesso, farlo partire per un viaggio alla fine del quale lo aspetta la persona che era destinato ad essere! [….Processo di individuazione]”.«L’individuazione […] procede includendo e integrando le polarità e le complessità interne ed esterne. Non ignora l’importanza dell’altruismo e dei rapporti, bensì include questi elementi nel proprio programma come parti essenziali di esso (Murray Stein. L’individuazione. Citato in “Manuale di Psicologia Junghiana. Orientamenti contemporanei. Teoria, Pratica, Applicazioni.” A cura di Renos K.Papadopoulos, 2012, Moretti e Vitali)
Ciò che sostanzia il mio lavoro quotidiano e il suo procedere con i pazienti, mirabili ‘compagni di viaggio’, nella stanza d’analisi, è l’apertura all’altro. I frutti di questo ‘camminare’ e avanzare, guidati dai sogni (su cui lavoriamo) consentono lo schiudersi di uno spiraglio di libertà: l’Anima si libera.
Accedere al ‘mondo interno’, esplicitare nuovi pensieri, emozioni, affetti, sentimenti più che esserne abitati e agiti, conduce a nuove forme e a visioni altre della vita che raccontano chi siamo realmente, qual è la nostra verità, il nostro Sé Autentico.
Questa è una fondamentale possibilità di cura di sé e di ascolto interiore anche per l’analista che mi incoraggia sempre più a sostenere ad esplorare i nuovi territori dell’Anima e a liberare, dopo i ‘rospi’, i tesori che là nasconde.

 

 

Pubblicato in data: | Categoria Articoli, Notizie, Psicologia, Psicoterapia.